Castello di Vysehrad, il secondo Castello di Praga

Pin It

castello di vysehrad praga
Tra i tanti monumenti di Praga, è doveroso parlare anche del Castello di Vysehrad, il secondo castello della città, che in passato proteggeva la vecchia città medioevale dalle invasioni prussiane e ungheresi.

Il Castello di Vysehrad nasce intorno al 1070, anno in cui si trasferisce Vratislav II, il primo Re boemo del regno, insieme a tutta la sua corte.

Sorto su uno sperone roccioso a ridosso del principale fiume che divide la città, l’atmosfera di questo luogo così profondamente immerso nella natura si discosta molto dal tipico scenario praghese.

La tranquillità dei suoi giardini, del suo parco e dei suoi alberi secolari, danno al castello quel senso di pace difficilmente rilevabile nella caotica metropoli in cui si è trasformata Praga oggi.

All’interno del castello, potete farvi una bella e rilassante passeggiata lungo i suoi bastioni, godendovi il bel panorama offerto dalla Moldava.

Prima di essere dimenticato e poi successivamente valorizzato, il Castello di Vysehrad ha avuto in passato diversi momenti salienti: nel ‘300 ad esempio, sotto l’egida di Carlo IV di Lussenburgo, venne fatto ricostruire in grande stile il Palazzo Reale e tutta una nuova e più massiccia fortificazione.

Parallelamente alla costruzione, venne emanato anche un nuovo cerimoniale di corte, cerimoniale che prevedeva l’obbligo per i futuri regnanti della Boemia di fare un pellegrinaggio al castello nel giorno antecedente all’incoronazione cattolica nella Cattedrale di San Vito, all’interno del Castello di Praga.

Sotto il dominio del casato asburgico, il Castello di Vysehrad inizia a perdere colpi e ad avviarsi verso un inesorabile declino, trasformandosi pian piano in un rudere che simbolicamente rifletteva anche la situazione politica del Regno di Boemia.

L’ultimo momento rilevante, in ordine di tempo, il maniero lo ebbe a metà ‘800 quando Vysehrad divenne il principale simbolo del Risorgimento Nazionale, considerato dai praghesi come la leggendaria e unica sede degli antichi sovrani boemi.

Sempre nello stesso periodo, venne costruita la chiesa di S. Pietro e Paolo ed il cimiterno nazionale, dove sono sepolti i personaggi più illustri del paese.

Noi vi consigliamo vivamente una visita a questo castello, fuori dalle rotte turistiche ordinarie… siamo sicuri che ne rimarrete piacevolmente colpiti!