Monastero di Strahov

Pin It
monastero di strahov praga
Il monastero di Strahov – Strahovský klášter in ceco – è uno dei gioielli nascosti di Praga, un luogo che custodisce dei tesori che non vi aspettereste mai di trovare in Repubblica Ceca.

La struttura religiosa di cui parliamo è ubicata tra la collina di Petrin ed il quartiere del ben più famoso (ma non più importante) castello di Praga.

Le sue sale riccamente decorate, ospitano preziose opere d’arte, manoscritti che risalgono al primo Medioevo, antiche mappe, mappamondi e tanti altri tesori tutti da scoprire.

Tra le sue spettacolari sale, spicca in tutta la sua bellezza la sala filosofica, un luogo che nei secoli è stato visitato da personaggi della storia mondiale del livello de l’Ammiraglio Orazio Nelson, la principessa Maria Luisa d’Austria (moglie di Napoleone Bonaparte) e molti altri.

Magari, senza accorgervene, avete già visto queste sale perché spesso sono state utilizzate anche come set cinematografici in pellicole di rilievo come 007 Casino Royale, La vera storia di Jack lo squartatore e ancora tanti altri film.

Storia del monastero di Strahov

Il complesso religioso del Monastero di Strahov fu fondato nel 1140 per volere di Vladislao II, l’allora Re di Boemia, che lo dedicò alla Beata Vergine Maria.

Nel corso dei secoli, lo stile architettonico dell’Abbazia mutò diverse volte fino a che, nel ‘700, non fu trasformato dal gotico al barocco, lo stile che andava per la maggiore a quei tempi.

Il monastero cessò di funzionare nel dopoguerra quando, con l’avvento del comunismo, i monaci furono tutti imprigionati e il complesso religioso chiuso.

I monaci dell’ordine Premostratensi potettero ritornare alla loro sede originaria solo nel 1990!

Oggi, all’interno del complesso, si trovano una pinacoteca, una bellissima biblioteca e la Chiesa dell’Assunzione della Vergine Maria.

Biblioteca di Strahov

La biblioteca del monastero di Strahov, è sicuramente il fiore all’occhiello della struttura. Ad oggi, rappresenta la biblioteca monastica più grande della Repubblica Ceca nonché una delle più belle al mondo. La sua impressionante collezione conta oltre 200.000 volumi oltre a 3000 manoscritti risalenti a differenti epoche.