Piazza San Venceslao

Pin It
Piazza San Venceslao

Piazza San Venceslao – Foto: gonewiththewind/123rf.com


Piazza San Venceslao
non è solo una delle più belle piazze di Praga ma rappresenta il vero e proprio cuore pulsante della città con i suoi negozi, le bancarelle, gli artisti di strada ed i chioschi che preparano le profumatissime specialità praghesi.

Questo luogo è stato dedicato al santo protettore della Repubblica Ceca, San Venceslao, Duca di Boemia e santo della chiesa cattolica. Proprio per questo motivo, ad una delle estremità della piazza, si trova la sua statua equestre, punto di ritrovo dei giovani praghesi e tappa obbigata per migliaia di turisti.

È molto divertente ascoltare i giovani praghesi che si danno appuntamento qui dicendo di incontrarsi “al cavallo” (u koně) o di vedersi “sotto la coda” (pod ocasem). La statua, opera di Josef Václav Myslbek, fu collocata nel 1912.

Piazza San Venceslao è un luogo abbastanza anomalo: più che una piazza la si può definire un lungo viale di 750 metri che porta in direzione della meravigliosa Torre dell’Orologio.

In passato, questa piazza è stata lo scenario di due importanti avvenimenti storici che hanno caratterizzato la nazione: il 28 ottobre 1918, proprio qui venne dichiarata l’indipendenza dall’impero austro-ungarico da parte dell‘allora Cecoslovacchia.

Nel 1968 invece, questo luogo divenne a suo malgrado il teatro degli scontri armati durante la famosa Primavera di Praga, un’insurrezione politico-popolare contro il dominio dell’allora Unione Sovietica.

La sommossa, che toccò il culmine con la protesta-suicidio del giovane studente Jan Polach (oggi eroe nazionale), fu repressa con straordinaria crudeltà da parte dell’invasore russo appoggiato dalle forze armate delle altre nazioni facenti parte del Patto di Varsavia ad eccezione della Romania.

Raggiungere piazza San Venceslao è molto facile: potete arrivare qui in soli 10 minuti dalla piazza della città vecchia (Staroměstské náměstí) oppure arrivare comodamente in metro fermandovi alle stazioni Můstek (tra la linea Verde e quella Gialla) o Muzeum (tra la linea Verde e quella Rossa)

In questa stessa piazza potrete visitare anche il bel Museo Nazionale (la Domenica l’ingresso al museo è gratuito), il Supichuv Dum ed il fastoso Gran Hotel Europa, realizzato in stile Liberty tra il 1903 e il 1906.